Kranz di sola Pasta Brioche di Luca Montersino

 

kranz-

kranz--
 Il Kranz è un dolce tipicamente austriaco, preparato con pasta brioche, pasta sfoglia e farcito con confettura e uvetta sultanina. Io per questioni di tempo l’ho preparato solo con pasta brioche, risulta piu leggero, ma non per questo meno gustoso. Perfetto per la colazione, ma anche in qualsiasi momento della giornata in cui si ha voglia di qualcosa di dolce.


INGREDIENTI:
 
Per la Pasta Brioche
 
  • 500 gr di farina 00
  • 150 g di burro chiarificato
  • 180 g di uova intere
  • 80 g di latte di soia naturale
  • 70 g di zucchero semolato
  • 2 gr di lievito di birra secco
  • 15 g di miele di acacia
  • 8 g di rhum
  • buccia grattugiata di un limone
  • 1 vaniglia in bacche bourbon
  • 8 g di sale
  • Confettura di albicocche
  • Uvetta Sultanina
 
PROCEDIMENTO PASTA BRIOCHE:
 
  1. Versare nel recipiente della planetaria la farina, il lievito di birra le uova intere (una alla volta e non aggiungerne fino a quando la precedente non sia stata assorbita), lo zucchero semolato, il miele, il rum, la buccia di limone e la vaniglia.Azionare la macchina e lasciar impastare per circa 8 minuti a velocità ridotta.
  2. Unire il burro ammorbidito, facendolo incorporare all’impasto poco alla volta.
  3. Terminate con il sale e impastare per altri 5 minuti circa o comunque fino a quando non si ottiene un impasto liscio, omogeneo, ed elastico.
  4. Lasciar lievitare a temperatura ambiente, coprendo con pellicola, fino al raddoppio.
  5. Rompere la lievitazione, impastando leggermente con le mani e riporre, coperto con pellicola, in frigorifero per tutta la notte.
FORMATURA KRANZ:
 
  1. Stendere la pasta brioche e formarne un rettangolo di mezzo cm di spessore.
  2. Stendere su metà superficie, fino ai bordi esterni, la confettura con una spatola e aggiungere l’uvetta ammollata in acqua calda.
  3. Ripiegare la pasta brioche su se stessa .
  4. Riposo di un’ora in frigo a 4° per rassodare il tutto.
  5. Tagliare delle piccole strisce da 1 cm e arrotolare.
  6. Mettere in una teglia coperta da carta forno e fare lievitare circa due ore a 30°C.
  7. Spennellare con uovo e latte o panna di soia.
  8. Cottura a 200c° per 18 -20 minuti.
  9. Una volta freddi lucidare con confettura di albicocche.
 
Si possono congelare sia cotti che crudi.
Io li ho congelati da cotti, la congelazione non ha compromesso la qualità del prodotto finale.
Se si congelano da crudi metterli in congelatore dopo avere formato le treccine, prima della lievitazione delle stesse.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *