Farfalle con melanzane, cavolo e tofu

Primi piatti

Farfalle con melanzane, cavolo e tofu

Queste farfalle con melanzane, cavolo e tofu sono preparate con le Farfalle di grano “Graziella RA” di Gino Girolomoni, un grano antico coltivato con metodo biologico. Il grano “Graziella RA” proviene dall’antico Egitto, fu portato in Italia negli anni settanta da un archeologo. Chiamato Graziella, in onore della figlia dell’archeologo morta tragicamente durante la seconda guerra mondiale. RA nell’antico Egitto è il sole, simbolo di luce e calore. Il grano “Graziella RA” è un frumento particolarmente ricco di proteine, sali minerali e selenio, inoltre essendo un prodotto non soggetto a miglioramenti genetici è molto piu digeribile del comune grano e è adatto alle persone che soffrono di disturbi per intollerzane alimentari. La pasta Girolomoni è prodotta con il 100% di grano “Graziella RA”, coltivato con metodo biologico, trafilata al bronzo ed essiccata a basse temperature per 8-12 ore.





INGREDIENTI: Farfalle con melanzane, cavolo e tofu per 2 persone

  • 150 g di Farfalle di grano “Graziella RA” Girolomoni
  • 1 melanzana
  • 1/4 di cavolo viola
  • 200 g di tofu affumicato
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio
  • sale
  • peperoncino

PROCEDIMENTO:

  1. Tagliare il tofu a dadini e saltarlo in padella con un cucchiaio d’olio.
  2. Il tofu è pronto quando si è formata la crosticina dorata.
  3. Salare il tofu e da parte.
  4. Lavate le melanzane e tagliarle a dadini non troppo piccoli.
  5. Scaldare abbondante olio con lo spicchio d’aglio e e il peperoncino, aggiungere le melanzane.
  6. Cuocere a fiamma alta con un coperchio.
  7. Aggiustare di sale e aggiungere qualche cucchiaio d’acqua se necessario.
  8. Quando sono cotte unire il tofu e spegnere.
  9. Tagliare sottile linea cavolo e sciacquarlo sotto l’acqua corrente.
  10. Mettere il cavolo non una ciotola e condirlo con olio e sale.
  11. Cuocere la pasta in abbondante acqua salata.
  12. Scolare la pasta e condirla con le melanzane e il tofu.
  13. Unire il cavolo e servire, si può gustare anche fredda.



 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.